• Valore creato
Home > Valore creato > Impatto sociale

Impatto sociale

Progetti di ricerca sostenuti

2018
APPARECCHIATURA NEXT GENERATION SEQUENCING (NGS)
€ 400.000

Grazie allo studio delle mutazioni e della espressione dei geni oggi sappiamo che numerose patologie sono caratterizzate dall’avere un profilo genetico o epigenetico caratteristico. L’acquisto dell’apparecchiatura NGS di ultima generazione consente di creare la “carta di identità molecolare” di una certa patologia in un dato paziente e di disegnare su misura la miglior cura possibile per quella certa patologia in quel dato paziente, realizzando la Medicina Personalizzata. La tecnologia NGS permettere di verificare le alterazioni nel DNA anche del plasma, evitando al paziente interventi chirurgici invasivi e sviluppo delle mutazioni che rendono il tumore resistente alle terapie.

2018
PROGETTI DI RICERCA GENOMICA
€ 180.000

ANALISI GENOMICA DELLA “ETEROGENEITÀ TRASCRITTOMICA”
Progetto coordinato dal prof. Niccolò Bolli, Ematologia, per studiare lo sviluppo di nuovi approcci terapeutici per la cura di pazienti affetti da Leucemia Mieloide Acuta.

ANALISI GENOMICA COMBINATA WES E RNA SEQUENCING
Progetto coordinato dal prof. Giacomi Comi, Direttore Neurologia, per sviluppare la conoscenza della genetica dei Muscolar Disorders e progredire nella terapia.

RETE NEURALE PER MONITORAGGIO CLINICO E GENETICO
Progetto coordinato dal prof. Marco Locatelli, Direttore Neurochirurgia, per l’identificazione di biomarcatori di rischio patologico per una prevenzione personalizzata.

EXPLORE, EX-situ PLatform for Organ REpair
Progetto coordinato dalla dott.ssa Caterina Lovati, Facility Ricerche Precliniche, per limitare i danni per ischemia ai tessuti degli organi per trapianti.

METH-INH study
Progetto coordinato dalla Prof.ssa Flora Peyvandi, Direttore Medicina Generale, per studiare la genetica degli anticorpi anti-FVIII e identificare relativi biomarcatori.

STUDIO GENOMICO COVID-19
Progetto coordinato dal prof. Luca Valenti, Centro Trasfusionale, per individuare nuovi loci di rischio genetico associati ad una forma severa di infezione da COVID-19.

2019
THE LIVER BIOBANK GENOMIC COHORT STUDY
€ 250.000

Progetto coordinato dal prof. Luca Valenti, Medicina Interna, per identificare i fattori di rischio che causano complicazioni nella steatosi epatica non alcolica.

2019
THE HARLOK IMMUNOLOGICAL AND PROSPECTIVE STUDY (2019)
€ 250.000

Progetto coordinato dalla dott.ssa Serena Passamonti, Coordinamento Trapianti, per identificare i fattori di rischio che causano il rigetto del trapianto di organi.

2018
IMPACT OF THYROID HORMONE ON LUNG ISCHEMIA-REPERFUSION INJURY
 350.000

Progetto coordinato dal prof. Mario Nosotti, Direttore Chirurgia Toracica e Trapianto di Polmone, per aumentare l’idoneità dei polmoni per trapianto.

2018
AN INNOVATIVE APPROACH TO ACUTE AND CHRONIC RESPIRATORY FAILURE
€ 350.000

Progetto coordinato dal prof. Antonio Pesenti, Direttore Anestesia e Terapia Intensiva, per sviluppare l’efficacia del sistema ECCOR2, riducendo l’ipercapnia e l’intubazione.

2017
LABORATORI DI BIOINFORMATICA
€ 700.000

Realizzazione del sistema di gestione dei big data, prodotti negli esperimenti di sequenziamento del genoma e alla base della moderna medicina di precisione.

2016
LABORATORI DI RICERCA POLAR
€ 700.000

Realizzazione di 1.400 m² di nuovi laboratori, grazie ai quali sarà possibile incrementare l’impatto internazionale della ricerca scientifica del Policlinico.

Progetti di valorizzazione culturale sostenuti

2020
RESTAURO DEL VESTIBOLO DELL’ARCHIVIO STORICO
€ 230.000

L’ospedale Policlinico di Milano è una realtà di assoluto rilievo nel panorama italiano anche per la straordinaria ricchezza dei propri beni culturali.
Nel 2018 è stato aperto al pubblico un percorso di visite guidate nella cripta della chiesa dell’Annunciata e nella Sala capitolare estiva dell’Archivio storico. Nel marzo 2019 è stato inaugurato un secondo percorso espositivo – “I Tesori della Ca’ Granda” – che ha permesso di esporre alcuni capolavori pittorici della Quadreria dei Benefattori, oltre a collezioni sanitarie tra ‘800 e ‘900.
Nel 2020, infine, il restauro del Vestibolo dell’Archivio storico rappresenta nel percorso museale quel naturale collegamento tra l’esposizione dei quadri, le antiche sale capitolari, la chiesa e la cripta della B.V. Annunciata. Dotato di un maestoso portale, inquadrato da una serliana e sovrastato da uno stemma con l’emblema ospedaliero della colomba, il Vestibolo è aperto sul lato che affaccia sul Cortile Maggiore dell’antica Ca’ Granda, oggi Università degli Studi.
Il restauro di questo spazio ha consentito il recupero degli ambienti originali, la pulizia dei preziosi monumenti in marmo, la protezione con ampia vetrata del lato aperto e la climatizzazione dell’area.

Dei 230.000 euro del progetto, 110.000 sono stati destinati nel 2019.

2019
INVENTARIO ARCHIVIO STORICO
€ 90.000

Inventario analitico dei documenti relativi al patrimonio immobiliare della Ca’ Granda (1428-1866), per rendere disponibili allo studio storico fonti per lo più inedite.

News

In evidenza

Covid 19, dalla ricerca genomica passi avanti contro la malattia

Intervista al Prof. Luca Valenti: “Grazie ai finanziamenti di Fondazione Patrimonio Ca’ Granda, la ricerca del Policlinico è […]